jump to navigation

Lo zoo di Ferrara/Ludovico Festa luglio 26, 2008

Posted by spotlessmind in Uncategorized.
add a comment

Nel bioparco dell’Elefantino, oltre a numerose intelligenze degne di miglior causa (e, soprattutto, migliore compagnia), è dato imbattersi in taluni battitori liberi che, avendo impegnato a fondo  le loro sinapsi in gioventù, sono giunti nel pieno della maturità in evidente debito d’ossigeno. Alcuni di questi, pensate, si definiscono pure “analisti politici”, ma le stesse “analisi” si possono trovare aggratis effettuando una rapida navigazione sui forum di Forza Italia. Il sig. Festa – che non è nuovo a simili performance – si produce, dopo una presumibile cattiva digestione, in uno sproloquio senza capo nè coda, un patchwork della propaganda forzitaliota, un rutto logico dove l’unica cosa di intellettuale presente in abbondanza è la disonestà. Come si possa “dialogare” con questi concittadini che hanno scelto la pillola azzurra (e con i loro rappresentanti) resta, almeno per me, un mistero e un problema. Ne riparleremo.

Chi vi ricorda ? luglio 25, 2008

Posted by spotlessmind in Uncategorized.
add a comment

Non si può entrare in un negozio, e poi lamentarsi che tutto abbia un prezzo…

(N. Fabi, Il negozio di antiquariato)

Mr Hyde Park/1 luglio 25, 2008

Posted by spotlessmind in Uncategorized.
Tags: , ,
add a comment

Contrada è libero! Leggo dalle agenzie, e penso che mi sono “convinto” della sua innocenza un giorno che Radio Radicale trasmise un pezzo del processo nel quale lui prese la parola e difese il suo operato con una forza disarmante. I giudici evidentemente non hanno trovato qualcosa di più concreto di questa mia sensazione. In ogni caso, sono felice per la sua liberazione.
Cristiano Cossu, Olbia

Caro Cossu, mi dispiace renderla un po’ meno felice, ma Contrada non è stato liberato bensì posto agli arresti domiciliari, per 6 mesi. Poi si vedrà. La sospensione della pena gli è stata rifiutata, a causa della sua “pericolosità sociale” e della “entità della pena sino a oggi sofferta” rispetto a quella residua. Vorrei far presente – a costo da renderla ancora meno felice – che le istituzioni dello Stato italiano, di cui anche Lei immagino faccia parte, hanno ritenuto – con sentenza definitiva – che il dr Contrada ha tradito i cittadini che aveva giurato di servire e proteggere, venendo a patti con Cosa nostra. E che l’opinione di Paolo Borsellino sull’uomo era delle più negative. Purtroppo non possiamo più andare a trovarlo, magari a casa della sorella. Cordialità

Lodo Alfano/L’intervento di Rosy Bindi luglio 12, 2008

Posted by spotlessmind in Uncategorized.
add a comment

Uno stralcio dell’intervento dell’on. Bindi in occasione della votazione sul famigerato Lodo Alfano:

“Il provvedimento in esame, destinato a sospendere il processo per corruzione a un magistrato a carico di Silvio Berlusconi, prefigura un sistema abnorme di impunità, peraltro in modo pasticciato, per le più alte cariche dello Stato. Si afferma ed è stato ripetuto anche in Aula che occorre mettere fine all’emergenza giustizia e chiudere una presunta anomalia italiana nel rapporto tra magistratura e politica. La norma bloccaprocessi e il lodo Alfano, entrambi indissolubilmente legati l’uno all’altro, non avrebbero infatti attinenza con il processo in corso a Milano (sono le parole dell’onorevole Ghedini) perché l’onorevole Berlusconi non se ne avvarrà, perché si risolverà con la sua assoluzione.
Allora a che cosa serve ? La risposta è a dir poco inquietante. I processi si devono sospendere per il bene del Paese e non per Berlusconi, il lodo serve a governare con serenità e, ci ha ripetuto stamattina l’onorevole Pecorella, ad assicurare quella stabilita politica che da troppo tempo manca nel nostro Paese. Ma davvero pensate che si può fare il bene dell’Italia se la giustizia non è al servizio di tutti, se la legge non è uguale per tutti, se la serenità di chi governa è affidata ai suoi privilegi e alla sua immunità, anziché alla sua retta coscienza ? È come sostenere che la legittimazione del popolo sospende il valore della legalità e solleva chi detiene il potere dal rispetto della legge.
Il nostro Presidente del Consiglio oggi ci ha detto (ce lo dirà tra qualche momento, quando voterete questo provvedimento): la legge la faccio io ! C’è chi ha parlato di sultanato, ma a me è venuto in mente il Leviatano di Hobbes, laddove si dice che il sovrano, per essere libero di governare, non può essere sottoposto neppure alla legge. Quello, però, era il tempo dell’assolutismo e non dello Stato di diritto e della liberaldemocrazia”.

Vorrei sottolineare (ma l’ho già fatto..) il concetto espresso in neretto: i dipendenti del Cav. sostengono – tra l’indifferenza dei più – che la legittimazione conseguita col voto popolare conferisce il diritto di governare e che questo diritto può essere revocato solo dal popolo (e non da un funzionario pubblico, quale sarebbe un magistrato). Chi pensa così non solo non ha capito nulla della Costituzione (il popolo esercita la sovranità nelle forme e nei limiti previsti dalla Costituzione, art. 1 per i miei lettori di centrodx), ma non ha capito nulla (ma proprio nulla) dello Stato di diritto liberaldemocratico.
Che poi lo sostenga l’archetipo del disonesto intellettuale, quello che dirige il Foglio con i nostri (anche miei) soldi, non desta sorpresa: chi giocava da bambino sulle gambe di Togliatti non ha perso l’imprinting leninista. La tesi, fatta propria dal pagliaccio barbuto e dai suoi collaboratori (i cui stipendi sono pagati con le nostre tasse), secondo la quale – muovendo dall’identificazione tra sovranità popolare e titolarità della funzione legislativa – tutto il potere è concentrato nelle assemblee elettive deriva dritta dritta dalle costituzioni degli stati ex comunisti.

L’Italia da bere luglio 12, 2008

Posted by spotlessmind in Politica e altre inezie.
Tags: , , ,
add a comment

Dal social network del PD, tra i commenti ad un post di Stefano Menichini:

“Fralang (altro commentatore, ndr), al di là dei sondaggi (che si possono fare a proprio piacimento, perché la risposta dipende dalla domanda), non provi alcun rossore, nessuna vergogna, non hai nessun conato di vomito nel difendere una maggioranza che prima approva un provvedimento che salva dal processo il suo capo, a costo di bloccare 100mila processi, poi lo modifica radicalmente una volta salvato il capo con il lodo Alfano? Pensi che un Paese che abbia un governo simile possa andare a testa alta nel mondo? Pensi che gli italiani, tutti, siano incapaci di arrossire? Ma un po’ di amor proprio ce lo avete? La dignità ha ancora senso per voi? Questo comportamento corrompe la coscienza dei giovani. E’ lo stesso del delinquente che, senza lavorare, ostenta al giovane disoccupato la sua ricchezza costruita con il malaffare. Non pensi che il giovane possa essere tentato dal fare altrettanto, cioé delinquere? Perché dobbiamo sorbirci un premier che induce a delinquere e dobbiamo sopportare anche quelli che lo difendono? ”

Il Camillino luglio 9, 2008

Posted by spotlessmind in Non delude mai.
Tags: , ,
add a comment

Sarà il fatto di fare a meno dell’aria condizionata (tutto, pur di non dargliela vinta ai profeti del global warming), sarà per la stizza provocata dalla favolosa compagna acquisti dei gobbi, lo juventino di Alcamo sfoga la sua rabbia contro una manifestazione di cittadini, riuscendo in quattro sole righe a mostrare la sua abissale ignoranza giuridico-politica. Capisco che negli ambienti che frequenta non si usa, ma se invece di leggere la spazzatura di Drudgereport avesse provato a leggere questo, forse qualche castroneria poteva essere evitata (non ci credo molto, ma perchè non dare anche agli juventini non pentiti una seconda possibilità ?)

Vox clamans… maggio 24, 2008

Posted by spotlessmind in Uncategorized.
add a comment

“Prima della legge Calderoli il parlamento rappresentava senza decidere. Dopo, le Camere hanno continuato a non decidere e, in più, hanno perso la capacità di rappresentare, dato che i parlamentari non sono eletti, ma cooptati dai vertici dei partiti. Ora bisogna restituire al Parlamento la capacità di decidere e ai cittadini il potere di scegliere. Nel doppio deficit, di decisione e di rappresentanza, risiede infatti la causa principale della disaffezione nei confronti della politica.”
Luciano Violante, Repubblica, 21.5.2008

Lasciate in pace l’assassina maggio 24, 2008

Posted by spotlessmind in Uncategorized.
Tags: , ,
add a comment

Questo disgraziato paese prova un’abnorme pietà per i colpevoli e nessuna per le vittime. Non si è fatto in tempo a tirare un sospiro di sollievo per aver visto calare il sipario sulla vicenda giudiziaria (sei anni !!!) che qualcuno spinge già pubblicamente per la grazia. Intanto Samuele riposa in pace (si fa per dire..).
Una grazia senza confessione non ha senso. La grazia non è mossa dalla pietà, che è un elemento extragiuridico. La clemenza ha senso solo se si è certi dell’inutilità della pena, perchè la persona cui essa viene applicata è – magari perchè sono passati molti anni – molto diversa da quella che ha commesso il delitto, ha riconosciuto le proprie colpe e si è “riconciliata” con quella comunità di cittadini i cui valori ha sfregiato.
Lasciamo ad un’assassina (che è anche una persona molto malata) il tempo di effettuare il percorso – difficile, tormentato, ma necessario – che la porti a prendere coscienza del suo crimine. Lasciamo che cominci a piangere da sola, e non soltanto innanzi alle telecamere.

Back to the future maggio 3, 2008

Posted by spotlessmind in Politica e altre inezie.
add a comment

Chi scrive era da tempo personalmente convinto che l’inizio del XXI secolo somigliasse un po’ troppo all’abbrivio del XX, in formato king size..Poi legge questo articolo e pensa..vivrò abbastanza per vedere la presa del prossimo palazzo d’inverno ?

Il solito, piccolo pezzo di merda maggio 3, 2008

Posted by spotlessmind in Non delude mai.
Tags: , ,
add a comment

Attenzione: non è un insulto, è la verità. O meglio, se Sgarbi (Sgarbi, nonsosemispiego.. mica cotiche!!) che definisce in tal modo Travaglio fa semplicemente professione di verità , sia concesso anche al proprietario di questo blog testimoniare analoga verità. Ci riferiamo al solito juventino di Alcamo, quello che – debba scegliere tra Previti e Borrelli o tra Moggi e Facchetti – non sa resistere ad un’antica vocazione dei suoi conterranei, farsi servo e ammiratore di chi usa la forza senza scrupoli…che passa le giornate su internet a cercare le notizie, scartando quelle che non gli piacciono (chissà che delusione quando il suo adorato WSJ ha stroncato il Cavaliere come un Economist qualsiasi), finchè trova qualcuno che da qualche parte del mondo conferma una sua tesi.. che scrive di calcio solo quando l’Inter perde, e quindi per fortuna ultimamente ne scrive pochissimo..che non torna in Italia finchè c’è Di Pietro, anche se i magistrati fanno la guerra ai corrotti, mica ai deficienti…l’unico al mondo rimasto a credere alla favola raccontata dall’amministrazione Bush sulla democrazia da esportare con le bombe…
Rocca va protetto, perchè svolge una proficua funzione catartica. Ci sono mattine in cui pensi che tutto ciò in cui hai creduto, beh, era sbagliato: ti sei seduto dalla parte del torto anche se i posti a tavola erano ancora liberi. Poi leggi quello che scrive lo juventino di Alcamo, l’incubo svanisce e recuperi immediatamente tutta la tua autostima.